Descrizione gioco

La dipendenza da giochi online
4 (80%) 1 voti

Con il moltiplicarsi di possibilità per giocare online, tra cui possiamo elencare i videogame, i giochi multi giocatore, ma anche le scommesse e il gioco d’azzardo, tra cui le scommesse (e in merito ai bonus scommesse vi consigliamo di andare a dare un’occhiata a Unibet), sale anche il numero di stimoli che riceviamo ogni giorno e che ci possano invogliare ad impiegare molto tempo in questo tipo di attività.

Con l’aumento del numero di ore che l’utente medio passa davanti allo schermo per giocare, si sono accesi i primi campanelli d’allarme da parte degli studiosi e dei medici, che parlano spesso del rischio, spesso concreto, di sviluppare una vera e propria dipendenza a riguardo.

Cosa vuol dire essere dipendenti da un gioco online: Tempo trascorso davanti allo schermo
Riguardo a questo argomento si sono espressi molti studiosi, in modo differente. Per analizzare una persona e capire se la stessa è affetta da dipendenza, non è possibile, come molti credono, semplicemente considerare il numero di ore che viene trascorso davanti al computer. Quando un amico o un familiare constata che una persona può trascorrere dalle tre alle quattro ore giornaliere davanti ad un monitor, spesso inizia a definirlo dipendente, senza analizzare le reali dinamiche che si vengono a creare.

Molti giochi sono creati in modo da necessitare molto tempo per essere portati avanti. Alcuni presentano interfacce e livelli che necessitano di ore per essere superati, senza avere spesso la possibilità di salvare il gioco e riprenderlo in seguito. Non si tratta di un semplice passatempo che più essere iniziato ed interrotto a piacere, ma di una vera e propria attività su cui concentrarsi per cui salvare del tempo.

Anche quando non è il gioco stessa a richiedere molto tempo, il fatto stesso di passare un lungo periodo a giocare o dedicarsi ad attività online non può di per sé indicare una dipendenza.


Assenza di rapporti sociali
Un elemento che invece può iniziare a far scaturire dei dubbi reali, è il fatto che le troppe ore trascorse davanti ad un gioco online possano privare l’utente di tempo da trascorrere con familiari ed amici. Anche in questo caso bisogna però distinguere diversi scenari.

Innanzitutto non è da escludere il fatto che giocare online possa già di per sé essere un’attività di interazione sociale. Talvolta si gioca direttamente in compagnia, condividendo esperienze e spazio con i propri amici o compagni. In altre situazioni è il gioco stesso a richiedere un’interazione sociale, che può avvenire tramite le cuffie ed il collegamento internet, ed è necessario ai fini dello svolgimento del gioco. Una partita ad un videogame può in questo senso diventare una vera e propria interazione sociale, che non ha niente di meno da offrire che una birra al pub, giusto per fare un esempio.

Se siete appassionati del gioco, avrete però sicuramente avuto a che fare con commenti di amici e familiari che ritengono che le ore passate davanti allo schermo vi privino del tempo di trascorrere tempo reale con loro. Tenete questa cosa in considerazione e cercate di comprendere se effettivamente le cose stiano andando in questo modo. Se vi accorgete che le ore trascorse a giocare vi lasciano effettivamente un tempo molto minimo da trascorrere con le persone care, allora potrebbe esserci davvero qualcosa che non va.

Sintomi di dipendenza problematica
Vari studi hanno analizzato che in realtà una dipendenza è possibile, e spesso reale. Ma perché questa possa essere considerata tale devono sussistere i seguenti aspetti:

– il gioco ha una rilevanza tale da influenzare altri aspetti della vita della persona

– il gioco può modificare notevolmente l’umore di una persona, che soffre quando ne è lontana

– il tempo trascorso davanti al gioco per essere soddisfatti continua ad aumentare e raggiunge livelli preoccupanti

– il gioco può creare conflitti tra la persona e chi lo circonda

– dopo un periodo di miglioramento, il soggetto ricade negli stessi comportamenti che aveva precedentemente considerato un problema.

Ti potrebbero interessare

Lascia un commento